La cellulite è un inestetismo che si colloca prevalentemente nella parte inferiore del nostro corpo, quindi sulle nostre gambe ed i nostri glutei e successivamente su addome e braccia. Ha un’origine multifattoriale.

Per semplificare, è dovuta prevalentemente ad una cattiva circolazione e ad un ingrossamento delle cellule lipidiche in maniera sproporzionata rispetto al resto del tessuto, gonfiandolo.

Cos’è l’adipe?

È l’ipoderma: lo strato più profondo della cute.

Conosciuto anche come tessuto adiposo sottocutaneo o pannicolo adiposo.

Come si formano i buchi?

L’ipoderma è costituito da un’impalcatura di fibre connettivali.

All’interno di queste maglie sono inseriti i lobuli che con l’aumento del peso e per ragioni ormonali aumentano il volume.

Così facendo spingono sull’impalcatura connettivale, la quale si deformerà restando trazionata verso il basso.

Dando vita ai famosi “buchi della cellulite”.

Sfatiamo quindi il mito che per diminuire la cellulite bisogna dimagrire!

Il problema da considerare è la zona di avvallamento del tessuto ovvero la trazione connettivale verso l’interno provocata dall’ingrossamento delle cellule del tessuto grasso (adipociti)